Come verificare se il tuo sito web/ecommerce è presente su Google?

Come verificare se il tuo sito web/ecommerce è presente su Google?

Verificare se il tuo sito web/ecommerce è presente sui motori di ricerca ed indicizzato su Google è semplice e veloce da fare.

Digitando l’operatore “site:ilmiositoweb.it” nella barra di ricerca, chiederai a Google di mostrarti tutte le pagine sotto forma di url che sono presenti al suo interno. Questa funzione serve a restringere la ricerca ad un dominio specifico. Usato l’operatore “site:” insieme al dominio del tuo sito web, il sistema restituirà tutte le pagine indicizzate.

Scrivi site:ilmiositoweb.it

Se la tua pagina non è indicizzata non vedrai apparire nulla.

Questa operazione è molto utile anche se vuoi verificare l’esistenza di una pagina specifica, per esempio: controlla che la pagina dei contatti sia correttamente presente su Google digitando: site:ilmiositoweb.it/contatti

Consiglio. Se il tuo sito è composto da 15 pagine verifica che tutte siano presenti nell’elenco! Se ciò non fosse, significa che quelle pagine (o quella pagina) non sono indicizzate e pertanto non portano utenti all’interno del tuo sito web.

In tal caso contattaci per una consulenza SEO!

Quali contenuti amano ricevere i tuoi clienti?

Quali contenuti amano ricevere i tuoi clienti?

Quali contenuti amano ricevere i tuoi clienti?

I “Contenuti” che crei sono il giardino tappezzato di notizie, articoli e approfondimenti, che molte volte hanno lo scopo di influenzare la decisione di acquisto di un tuo potenziale cliente. Non tutti i contenuti sono uguali, esistono alcune tipologie di contenuti che generalmente gli utenti preferiscono ed altri invece che vengono presi poco in considerazione.

Questo grafico ti dimostra quali contenuti amano ricevere i tuoi clienti.

41% degli utenti web preferisce ricevere contenuti riguardanti recensioni su prodotti/servizi e comparazioni

39% panoramica su prodotti/servizi e report di ricerche

37% casi di successo

36% presentazioni PPT

35% tutorial sul prodotto

34% pubblicità e avvisi web/email e preview su prodotti/dimostrazioni;

33% seminari e webinar.

Tre motivi per cui dei buoni contenuti possono costruire un vantaggio competitivo.

1. Differenziarsi rispetto alla concorrenza. LinkedIn è pieno di venditori e responsabili aziendali in cerca di Lead Generation, ma ciò che può differenziarli non è il promuovere i prodotti aziendali cercando di vendere il più possibile, sui Social le regole sono molto diverse. Un buon venditore, sui Social, deve mettersi a completo servizio del suo pubblico di riferimento: pronto a rispondere a domande, pronto a condividere contenuti anche di altre fonti (ovvio non concorrenti diretti), pronto a commentare sui post in rete, pronto a creare una maglia di conoscenze molto fitta, indirizzata al rispetto reciproco e all’umiltà di essere lì a nome dell’azienda per aiutare un probabile futuro cliente.

2. Farsi percepire come uno specialista.I Social sono perfetti per la Brand Reputation, cioè lavorare alla creazione di una reputazione del Brand agli occhi degli utenti, che prima o poi potrebbero rivelarsi interessati ad acquistare i nostri servizi, ma se saremo stati bravi a farci percepire come dei veri esperti (di cui fidarsi).

3. Offrire supporto.Tutti noi siamo potenziali clienti, tutti noi sappiamo bene quanto sia bello sentirsi curato e rispettato durante gli acquisti. Grazie ai Social, anche l’aspetto della Customer Care e Satisfaction può rivelarsi un importante volano per far incrementare le vendite. Pochi dipendenti che curano alla perfezione il dialogo web con i clienti possono fare la differenza, forse molto più di quanto possono fare 10 venditori porta-a-porta.